diario di viaggio attraverso i miei occhi

giovedì 22 febbraio 2018

ROSEGAL

LA STORIA DI UNA SOTTTOVESTE

IN  PRINCIPIO ERA SOLO UN CAPO INTIMO, SI POSSIAMO DEFINIRLO QUALCOSA CHE VENIVA INDOSSATO SOLO SOTTO I VESTITI, FATTO IN RASO O IN SETA , IL PIU' DELLE VOLTE SOSTITUIVA LA COSI DETTA CANOTTA CHE OGGI MOLTE DI NOI NON USANO PER PROTEGGERSI DAL FREDDO , MA COME UN VERO CAPO D'ABBIGLIAMENTO.

POI LA SOTTOVESTE HA INIZIATO AD AVERE UN ALOURE DIFFERETE, VISTO COME CAPO SEXY, QUALCOSA CON CUI ANDARE A DORMIRE, UN CAPO CHE POTESSE FAR IMPAZZIRE GLI UOMINI.
OGGI OVVIEMNTE NON è PIU' COSI, MOLTI ABITI HANNO QUESTO TAGLIO QUELLO DI UNA 
IN CHIAVE MODERNA, CON TESSUTI DIFFERENTI, CON TAGLI PIU' O MENO STRATEGGICI, QUINDI POSSIAMO DIRLO UN VERO E PROPRIO DRESS.
MA QUELLO CHE AMO DI PIU' DI QUESTO CAPO è LA SUA VERSATILITA'

INDOSSATO DA SOLO CON I TACCHI è MOLTO ELEGANTE , GLAMUR E ANCHE SENSUALE, SE INDOSSATO CON UN LUPETTO , COLLANT COPRENTI E BIKER DIVENTA, UN CAPO FASHION ULTRA ROCK E ANCHE PORTABILISSIMO.

IO MI SONO INNAMORATA DI QUESTO MODELLO
E VOI LI USATE? 
SE VOLTE PROVARE UN CAPO DEL GENER POTETE VISTARE IL SITO